Dogane – Avvio sperimentazione dello sdoganamento in mare per merci alla rinfusa

L’Agenzia Dogane e Monopoli ha aperto la possibilità di utilizzare la procedura di sdoganamento in mare alle merci alla rinfusa mono cliente purché non si tratti di merci sottoposte ad accisa.

La procedura partirà in via sperimentale per la durata di sei mesi presso i principali porti nazionali. L’ufficio delle dogane competente dovrà emanare un apposito disciplinare di servizio redatto sulla base del Disciplinare quadro dell’Agenzia del 2015 (Nota n.53187/RU del 5.5.2015).

Si evidenzia che la procedura per le merci alla rinfusa prevede il vincolo orario nel caso la nave proveniente dall’estero faccia più toccate (la procedura di sdoganamento in mare relativamente ai porti successivi al primo può essere richiesta a partire da 6 ore prima dell’arrivo previsto della nave).

ADM CIRCOLARE N. 31 / 2020

ESTENSIONE DELLA PROCEDURA DI SDOGANAMENTO IN MARE A NAVI CHE TRASPORTANO MERCE ALLA RINFUSA.

ADM - Allegato CIRCOLARE N. 31 / 2020

Attivazione sperimentale della procedura di sdoganamento in mare per navi mono clienti che trasportano merci alla rinfusa diverse da quelle sottoposte ad accisa ai sensi del D.Lgs 504/95 presso il Porto di XXXXXXXX - Disciplinare di servizio Bozza.

Informativa sui nuovi OBBLIGHI circa il controllo RADIOMETRICO

Con il Decreto Legislativo 101 del 31/07/20 (Gazzetta Ufficiale n°201 del 12/08/20) è stata recepita dall’Italia la Direttiva 2013/59/Euratom, che stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dalle esposizioni alle radiazioni ionizzanti.

Tra i vari aspetti normati dal Decreto Legislativo rientra anche la sorveglianza radiometrica su materiali, o prodotti semilavorati metallici o prodotti in metallo in continuità con la normativa già vigente (D.Lgs.100/11).

In particolare, l’Allegato XIX del Decreto Legislativo riporta l’elenco aggiornato dei semilavorati o prodotti metallici oggetto della sorveglianza radiometrica. Tale elenco è stato considerevolmente ampliato rispetto al precedente, includendo una serie di nuove voci doganali soggette oltre a tutte le sottovoci comprese nella sezione XV della nomenclatura combinata.

Per completezza di informazione, di seguito trasmettiamo l’allegato in oggetto e rimaniamo a disposizione per fornirvi ogni ulteriore informazione che fosse necessaria in modo da predisporre per i nostri clienti importatori.i controlli radiometrici obbligatori per l’importazione in Italia.

Allegato

"Informativa sui nuovi obblighi circa il controllo radiometrico"

Traforo del Monte Bianco: Comunicazione chiusure e divieto EURO 4

ATTENZIONE! – A partire dal 01/07/2020, divieto di transito al Traforo del Monte Bianco per i veicoli di trasporto merci >3,5 t EURO 4.
Non sono interessati da questo divieto i veicoli per il trasporto di persone (pullman, autobus) e gli autocaravan.


Di seguito potrete scaricare il file con la comunicazione e le date delle Interruzioni totali della circolazione per i mesi di Giugno e Luglio 2020.

Aggiornamento limitazioni traffico merci

LA seguito della situazione pandemica del COVID-19, riportiamo di seguito gli aggiornamenti del  14 maggio sulle misure adottate dai vari Paesi per regolamentare il traffico merci alle frontiere; inoltre, in calce il link per scaricare il documento riepilogativo schematico con le decisioni dei Paesi UE ed extra UE.

BULGARIA: le autorità bulgare hanno revocato lo stato di emergenza e hanno introdotto una “situazione epidemica di emergenza” in vigore dal 14 maggio al 14 giugno.
I divieti d’ingresso per tutti i cittadini stranieri sono ancora in vigore, mentre le misure relative ai conducenti internazionali rimangono quelle comunicate in precedenza.
FINLANDIA: il governo finlandese ha deciso di proseguire i controlli alle frontiere interne e di limitare il traffico transfrontaliero dal 14 maggio al 14 giugno. I dettagli sulle nuove regole possono essere consultati a questo indirizzo. In particolare il trasporto merci è considerato un servizio essenziale quindi non subirà alcuna restrizione.
– FRANCIA: il Ministero degli Interni ha emesso un modulo di autorizzazione con il quale le imprese francesi di autotrasporto possono eseguire operazioni domestiche oltre i 100 km dal loro luogo di stabilimento e al di fuori del loro dipartimento di residenza. Il modulo è scaricabile da questa pagina.
GERMANIA: il Ministro degli Interni tedesco ha annunciato le seguenti misure in vigore dal 16 maggio:
– tutti i valichi di frontiera ai confini con Austria, Svizzera, Francia, Lussemburgo e Danimarca saranno nuovamente operativi;
– i controlli alle frontiere con Austria, Svizzera, Francia e Danimarca saranno ridotti ai controlli a campione;
– i controlli alla frontiera con il Lussemburgo saranno completamente abbandonati.

I controlli alla frontiera con la Danimarca saranno presto abbandonati, ma la data pertinente deve ancora essere concordata. I controlli alle frontiere con Austria, Svizzera e Francia cesseranno il 16 giugno, fatto salvo l’ulteriore sviluppo della pandemia.

Procedure di rilascio dei certificati di circolazione EUR 1 – Nuove disposizioni dell’ADM

Nell’ambito degli Accordi commerciali di libero scambio tra l’Unione europea e gli altri Paesi o gruppi di Paesi accordatari, il documento normalmente utilizzato come “prova di origine” preferenziale è il certificato di circolazione EUR.1 ecco perché è essenziale essere aggiornati sulle direttive per il rilascio di tale documento. 

Di seguito ultima circolare aggiornata per la procedura del rilascio dei Certificati di circolazione EUR1 e relativo allegato.

Circolare n.103-2019

Dogane – Procedure di rilascio dei certificati di circolazione EUR 1 – Nuove disposizioni dell’ADM – Nota prot.n. 91956/RU del 26.7.2019.

Allegato circolare n.103-2019

Procedure di rilascio dei certificati di circolazione EUR 1,EUR MED, ATR.